giovedì 4 luglio 2013

Un po' di cose che è utile sapere per non avere nulla da temere!

 Questo opuscolo non porta sfiga, leggerlo non provoca effetti collaterali. Si presenta così Come ti frego il virus, tascabile non solo di nome ma anche di fatto: quando fu pubblicato i ragazzi se lo mettevano in tasca, soprattutto dopo che ne fu “proibita” l’introduzione nelle scuole. L’opuscolo - firmato nel 1991 dalla Commissione nazionale per la lotta contro l'Aids, dall’allora ministro della Sanità e naturalmente da Silver - provocò le ire dell’allora ministro dell’Istruzione. Il can can della ministra, la lite fra Palazzi, il no di un ministero e il (di conseguenza) silenzio dell’altro non fermarono la moltiplicazione e la circolazione dell’oggetto “moralmente  pericoloso”. E non lo fermarono nemmeno l’imbarazzo di alcune mamme nel chiederlo all’edicolante, e quei (pochi) bidelli che strapparono il manifesto che annunciava l’incontro di Silver con le scolaresche, e quel negoziante che tolse dalla sua vetrina gadget, magliette e poster di Lupo Alberto. Perché il messaggio era chiaro: Aids si dice Aids, e così tutto il resto che c’è scritto dentro. Tipo che L’amore si fa in due e anche starci attenti si fa in due…

Scaricalo gratuitamente dal sito di Lupo Alberto: www.lupoalberto.it


 Luglio 1983, Alfredo Castelli diventa - con Silver - condirettore di Eureka. Per l’occasione, viene allegato alla rivista questo libriccino, Come si diventa autore di fumetti. Mai più ristampato, fatta eccezione per la copia anastatica offerta nel 1998 dall’Anonima Fumetti, non pretende di insegnare tutta la grammatica e la sintassi del fumetto e neppure di trasformare in autore chi non ne ha almeno qualche lembo di stoffa. Ma senza dubbio suggerisce, a chi nel mondo del fumetto intende muovere i suoi passi, alcune strade che possano rendere meno improvvisato l’esordio e meno dilettantesco il percorso. Curato da Alfredo Castelli e Gianni Bono, è illustrato da Silver.

Scaricalo gratuitamente dal sito di Lupo Alberto: www.lupoalberto.ithttp://lupoalberto.agenzia2d.it/index.php/come-si-diventa-autore-di-fumetti


Basta tanto così - lo dice Alberto in copertina - lo sottoscrivono Silver e Avis, associazione di volontariato a cui questo opuscolo è stato donato. Pensato per “parlare” soprattutto ai ragazzi dai 10 ai 14 anni, in realtà diffonde senza “limiti d’età” e con semplicità e chiarezza la cultura della solidarietà, del dono, della partecipazione, di stili di vita positivi e di salute. Protagonista è Lupo Alberto che, attraverso giochi e domande, ha un approccio interattivo con chi legge, invitandolo a riflettere mentre ci sorride su, intorno a temi e problemi che promuovono la cittadinanza attiva e la partecipazione consapevole. Tutto questo in 36 pagine fuori da ogni retorica e con l’accento sui messaggi positivi, come piace a Lupo Alberto.

Scaricalo gratuitamente dal sito di Lupo Alberto:http://lupoalberto.agenzia2d.it/index.php/basta-tanto-cosi

Nessun commento:

Related Posts with Thumbnails